CHARACTER INFORMATIONS.   Posted by GM.Group: 0
GM
 GM, 9 posts
Sun 23 Aug 2015
at 07:36
CHARACTER INFORMATIONS
Francesco Galeni

Francesco Galeni è alto un metro e ottanta, ben piazzato, sul braccio sinistro ha un tatuaggio di una vipera stilizzata (fatto su una voglia) che tiene sempre coperto da bende e fasce.
Il volto è devastato da segni di tortura, naso mozzato, piaghe causate da ustioni, labbro spezzato e malamente ricucito, il tutto mezzo mascherato da una barba e da lunghi capelli corvini.
Gli abiti era di qualità ma ora sono parecchio usati.

Francesco è senza ombra di dubbio il pirata più famoso del Mare Bianco e uno dei più famosi al mondo, in grado di rivaleggiare in (in)famia con i Re Pirati del Mare Interno e di Dwanholf. Le storie di Francesco e della sua nemesi, l'Ammiraglio Imperiale Derek Sternman, sono conosciute e raccontate in ogni taverna di questa zona del mondo. Non è raro trovare bambini per strada, a Remo, giocare ad emulare le imprese di Francesco, spesso con grande rammarico delle loro madri. Si dice che ci sia nelle terre imperiali una taglia di 10000 monete d'oro sulla sua testa, accompagnata da una buona descrizione fisica di Francesco: le sue cicatrici e il suo volto deturpato sono leggendarie quanto Francesco stesso.


Lodovico della Forgia

Lodovico è alto 1,73  circa, castano scuro, porta capelli corti e barba sempre curati, tanto da portarsi sempre dietro un pettine per riaggiustarli a bisogno.
Quando non imbarcato porta sempre vestiti alla moda borghese, portandosi sempre appresso il suo bastone da passeggio, nonostante non ne abbia particolare bisogno.
Questo sfoggio di stile nasconde cicatrici vistose e profonde alle braccia e al corpo, sia per esperimenti falliti durante il suo apprendistato magico, sia per il periodo successivo in marina dove ferite e accidenti posso sempre accadere, ciò lo ha portato ad essere più gracile di quanto sembri all'apparenza.

La fama di Lodovico è quantomeno controversa, anche se non si può negare che sia una delle persone più conosciute e chiacchierate di Remo. Lodovico prese parte ad una delle poche battaglie vinte dalle forze di Remo durante la distruttiva campagna imperiale: presso Barasta, cittadina portuale alla foce del Fiume Allegro, una forza composta da una delle sei legioni, coadiuvata dalla quasi totalità della flotta rimanente di Remo (circa 75 navi da battaglia), respinse una forza di 20000 soldati imperiali e 90 navi da guerra imperiali. Fu l'ultima grande battaglia della guerra, ed il punto più meridionale raggiunto dalle armate imperiali, prima della Breccia dei Cieli e la morte di Elias Barbados. Lodovico si distinse per l'esteso uso di incantesimi da guerra, ma anche per l'utilizzo della sua magia per salvare persone circondate dalle fiamme, creando varchi per la loro fuga. Al termine della battaglia, Lodovico si consegnò spontaneamente all'Inquisizione ed iniziò un processo che sarebbe durato ben quattro mesi, spaccando a metà la popolazione di Remo sul verdetto: santo o mostro? Alla fine, il tribunale decise che aveva usato i suoi poteri per legittima difesa e per salvare vite, e gli conferì la nomina di Santo, facendone indiscutibilmente uno dei simboli della nuova Remo.


Cesare D'Amato

Cesare sembra più vecchio della sua età, ha i capelli abbastanza corti ed è leggermente stempiato (il modello fisico è Hartigan di Sin city, versione film non fumetto).

Cesare non è famoso, nè desidera esserlo. Ma ad Albino, se hai bisogno di trovare il colpevole di un crimine, e conosci le persone giuste a cui chiedere, ti faranno un solo nome: Cesare D'Amato. Nessuno sa come faccia o da chi abbia imparato, ma non c'è un criminale che sia in grado di sfuggire a Cesare. Eppure, il successo non sembra averlo reso una persona felice o realizzata. Nessuno gli è veramente amico, e quei pochi che gli sono più vicini potrebbero giurare di vedere un'ombra in fondo ai suoi occhi, il segno di qualcosa di così terribile da poter segnare per sempre qualsiasi uomo.


Antonio de Michelis

Antonio è un uomo di bell'aspetto che riesce a trasmettere una sensazione di stile ed eleganza anche quando veste trasandato - praticamente sempre. Occhi azzurri, capelli castani tendendti al biondo, barba appena accennata. Indossa sempre una camicia di flanella e non si separa mai dalla sua spada e dal suo scudo.

Non si sa nulla della vita giovanile di Antonio. In effetti, compare negli annali della storia di Gaia, seppur come nota a margine, solamente a metà dell'anno 988. Durante la spedizione punitiva imperiale a Remo, combatte nella Battaglia dell'Ultimo Stendardo, in cui la Quinta Legione di Remo viene quasi completamente distrutta cercando di arrestare l'avanzata di una forza imperiale forte del doppio dei suoi effettivi. Dopo due ore di battaglia, con la Legione sull'orlo dell'annientamento, il generale remiano Marco Errani è impegnato in combattimento con un Knight of the Fifth Heaven imperiale. Messo sulla difensiva, sta per subire il colpo di grazia quando Antonio spunta fuori dal nulla e si frappone, intercettando il colpo letale e permettendo al generale di contrattaccare ed uccidere il suo avversario. I superstiti remiani si radunano intorno allo stendardo del generale, trasformando una rotta in una ritirata ordinata. Antonio, miracolosamente sopravvissuto ad un colpo che avrebbe ucciso qualsiasi soldato comune, viene insignito della Croce Dorata di Remo, la più alta onorificenza che un soldato di Remo possa ricevere, ed elevato alla carica di comandante.

This message was last edited by the GM at 11:13, Sat 12 Sept 2015.

GM
 GM, 16 posts
Sat 19 Sep 2015
at 10:37
CHARACTER INFORMATIONS
FAMA

Cesare       
20 (Honor 10, Talent 10)
Antonio       
20 (Bravery 20)
Lodovico     
35 (Bravery 10, Honor 15, Infamy 10)
Francesco     
45 (Bravery 15, Infamy 20, Talent 10)

This message was last edited by the GM at 10:37, Sat 19 Sept 2015.